Fondi europei - bandi PSR

Fondi europei agricoltura - Photo credit: zharcos via Foter.com / CC BY-SAAggiornato il 15 febbraio 2019 Focus sui finanziamenti europei per l'agricoltura, a valere sui PSR 2014-2020.

Finanziamenti startup e innovazione

Una selezione di bandi aperti della settimana. Focus sulle opportunità per l'agricoltura, a valere sui Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020.

Friuli Venezia Giulia: avviamento di imprese per giovani agricoltori

Il bando, che può contare su uno stanziamento di poco più di 2 milioni di euro, intende promuovere il ricambio generazionale, con l’obiettivo di aumentare la redditività e la competitività del settore agricolo, attraverso l’insediamento di giovani agricoltori, adeguatamente qualificati, supportandoli nella fase di avvio dell’impresa.

I giovani devono avere un’età compresa tra 18 e 41 anni non compiuti. Le domande devono essere presentate entro il 1° luglio 2019.

> Tutte le info sul bando

Valle d’Aosta: bandi per i giovani agricoltori

Stessa scadenza - 15 maggio 2019 - per due bandi rivolti ai giovani agricoltori della Regione Valle d’Aosta.

Il primo avviso, da 700mila euro, intende favorire l’accesso di giovani agricoltori qualificati nel settore agricolo e il ricambio generazionale.

Possono beneficiare degli aiuti i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di titolare di un’impresa individuale o rappresentante legale di una società agricola di persone, capitali o cooperativa.

> Tutte le info sul bando

Il secondo avviso, da 863.239 euro, è volto al sostegno agli investimenti nelle aziende agricole da parte di giovani agricoltori per incentivare lo sviluppo delle imprese e, laddove necessario, l’adeguamento a normative comunitarie, comprese quelle sulla sicurezza sul lavoro.

Possono presentare domanda d’accesso ai contributi i giovani agricoltori insediati in forma singola e le società agricole nelle quali si è insediato il giovane agricoltore.

> Tutte le info sul bando

Lombardia: formazione ed acquisizione di competenze

Per promuovere il potenziale umano degli addetti dei settori agricolo, alimentare e forestale, la Regione Lombardia lancia un bando rivolto agli Enti accreditati ai servizi di formazione professionale.

I corsi di formazione a valere sull’avviso devono rivolgersi agli imprenditori agricoli, ai coadiuvanti familiari e ai lavoratori subordinati.

Domande dall’8 marzo al 30 aprile 2019.

> Tutte le info sul bando

Marche: sostegno a associazioni e organizzazioni di produttori

Il bando, da 1 milione di euro, intende favorire l’avviamento di organizzazioni di produttori nei settori agricolo e forestale con la finalità della organizzazione dell’offerta dei prodotti proveniente dai propri soci per il miglioramento della commercializzazione e l’aumento della competitività degli stessi sui mercati.

Possono presentare domanda di accesso ai contributi le organizzazioni di produttori e le loro associazioni nel settore agricolo e forestale che rientrano nella definizione di PMI.

Domande entro il 16 aprile 2019.

> Tutte le info sul bando

Umbria: commercializzazione di prodotti agricoli e miglioramento delle prestazioni delle aziende

Stessa scadenza - 31 maggio 2019 - per due bandi della Regione Umbria.

Il primo può contare su un budget di quasi 9 milioni e mezzo, e sostiene la competitività dei produttori primari attraverso una migliore integrazione nella filiera agroalimentare.

Possono presentare domanda le PMI singole o associate che svolgano attività di trasformazione e commercializzazione e/o lo sviluppo di prodotti agricoli.

> Tutte le info sul bando

Il secondo avviso, che può contare su 11 milioni e mezzo di euro, sostiene gli investimenti per il miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità globale delle aziende agricole.

Possono presentare domanda di accesso ai contributi gli agricoltori che siano titolari di PMI agricole in possesso di partita IVA.

> Tutte le info sul bando

Sicilia: ridurre le conseguenze delle calamità naturali

5 milioni per il bando che intende sostenere investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre il rischio di calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici, che rendono gli operatori del settore primario particolarmente esposti a perdite del potenziale produttivo.

Possono presentare domanda gli imprenditori agricoli singoli o loro associazioni e gli Enti pubblici delegati a norma di legge in materia di bonifica.

Domande fino al 9 maggio 2019.

> Tutte le info sul bando

Sardegna: prevenzione dei danni alle foreste

Oltre 10 milioni di euro per sostenere investimenti finalizzati alla protezione degli ecosistemi forestali e prevenzione degli incendi boschivi, delle calamità naturali o di altre cause di distruzione dei boschi.

Possono presentare domanda di sostegno i privati e i Comuni, in entrambi i casi sia in forma singola che associata, titolari di superfici forestali.

Gli interventi ammessi a contributo devono riguardare:

  • investimenti di realizzazione, miglioramento, di sistemazioni idraulico-forestali;
  • investimenti di miglioramento, di infrastrutture di protezione di supporto alle attività di antincendio boschivo (fasce parafuoco, viabilità forestale a principale uso antincendio boschivo);
  • investimenti selvicolturali di gestione, che mirano alla diversificazione dei soprassuoli forestali nelle aree a rischio di incendio, finalizzati alla prevenzione del rischio incendio e altri pericoli naturali.

Le domande devono essere presentate entro il 30 aprile 2019.

> Tutte le info sul bando

Photo credit: zharcos via Foter.com / CC BY-SA

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.