Sisma Abruzzo: bando da 6,5 milioni per le imprese danneggiate dal Covid

 

ReStart: agevolazioni imprese Abruzzo colpite dal CovidGrazie ad una rimodulazione dei fondi del Programma ReStart, le imprese abruzzesi danneggiate dal Covid e presenti nel cratere del sisma 2009 possono contare su un bando da 6,5 milioni che eroga contributi tra i 5 e gli 8mila euro per il finanziamento delle spese di capitale circolante.

Sisma Abruzzo - fondi per sviluppo attivita' produttive

A distanza di quattro mesi dalla pubblicazione della delibera del CIPE n. 70-2020 che, nell’ambito del Programma unitario per lo sviluppo del cratere abruzzese del 2009, ha rimodulato 6,5 milioni di euro per le “agevolazioni a favore delle imprese danneggiate dal COVID-19”, sulla Gazzetta ufficiale del 25 maggio 2021 è stato pubblicato il bando.

Le anticipazioni sulla misura erano trapelate sin dall'autunno, all'indomani della riunione del CIPE del 26 novembre dove, tra gli interventi per la ricostruzione del territorio colpito dal sisma del 2009, figurava proprio questo intervento.

Cosa prevede il bando per contributi a imprese del cratere 2009 danneggiate dal Covid

Il bando - che è gestito da Invitalia - prevede agevolazioni per sostenere piani di sviluppo delle imprese localizzate nel territorio del cratere sismico aquilano che, attraverso la valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale, contribuiscano a rafforzare l’attrattività e l’offerta turistica post Covid-19, anche attraverso nuovi processi di erogazione del prodotto/servizio a contenuto innovativo e tecnologico.

Le agevolazioni, infatti, sono concesse per il finanziamento delle seguenti spese di capitale circolante finalizzate alla continuità e/o alla ripartenza della capacità produttiva aziendale compromessa dal Covid-19:

  • Materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti utilizzati nel ciclo produttivo caratteristico dell’impresa;
  • Utenze fornite su immobili strumentali destinati allo svolgimento dell’attività siti nei Comuni del cratere sismico aquilano;
  • Oneri finanziari connessi alla continuità aziendale a seguito dell’emergenza Covid19;
  • Costo del lavoro dipendente;
  • L’acquisto di attrezzature e strumentazioni, materiali ed immateriali, per la fruizione in sicurezza dei servizi offerti alla clientela dalle imprese beneficiarie.

Le risposte a dubbi e domande sul bando ZFU sisma Centro Italia da 90 milioni

Chi può partecipare al bando 2021 di Invitalia per le imprese del cratere aquilano

La misura è indirizzata a tutte le piccole e medie imprese costituite (ed attive) dal 1 gennaio 2020, con sede nel Comune de L’Aquila o nei Comuni del cratere sismico. Dentro anche le associazioni culturali e le start up innovative.

Fanno eccezione soltanto le PMI dei settori pesca, acquacoltura e produzione primaria dei prodotti agricoli, nonché le attività svolte in regime di libera professione, che invece non possono partecipare.

Domande per il bando “Cratere sismico aquilano: agevolazioni a favore delle imprese danneggiate dal Covid-19”

Nonostante la pubblicazione in GURI del decreto del 26 febbraio 2021 contenente il bando, le tempistiche per fare domanda non sono ancora note. “I termini - si legge infatti nel decreto - saranno resi pubblici dal Soggetto gestore (cioè Invitalia, ndr) con avviso pubblicato sul sito internet”.

In attesa di avere maggiori informazioni su questo fronte, il decreto fornisce però informazioni sia sul budget, sia sull’importo dei contributi. In particolare, i 6,5 milioni saranno allocati per:

  • Il 70% (4.550.000 euro) ad iniziative che si localizzano nel Comune de L'Aquila; 
  • Il 30% (1.950.000 euro) per interventi che si localizzano, invece, nel restante territorio del cratere sismico abruzzese.

Per quanto riguarda invece le agevolazioni, i contributi saranno concessi nella misura del 100% delle spese ammissibili e avranno un importo massimo che oscilla tra gli 8mila euro per le aziende de L’Aquila e i 5mila euro per quelle localizzate negli altri Comuni del cratere.

Consulta la delibera del CIPE n. 70 del 26 novembre 2020

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.