Innovation Scoreboard 2021: l’Italia migliora, ma resta un innovatore moderato

 

Innovation Scoreboard 2021 - Foto di ThisIsEngineering da PexelsL’UE supera la Cina in fatto di innovazione, ma resta dietro USA e Giappone. Rispetto ai dati dell’Innovation Scoreboard dello scorso anno l’Italia migliora, pur restano al di sotto della media UE. 

Horizon Europe: i bandi per rafforzare gli ecosistemi dell'innovazione

Il quadro europeo di valutazione dell'innovazione fornisce un'analisi comparativa delle prestazioni in termini di innovazione nei paesi dell'UE, in altri paesi europei e nei paesi confinanti della regione. L’Innovation Scoreboard valuta i relativi punti di forza e di debolezza dei sistemi nazionali di innovazione e per la prima volta l’edizione 2021 si basa su un quadro normativo riveduto che comprende nuovi indicatori sulla digitalizzazione e la sostenibilità ambientale.

Cosa dice l’Innovation Scoreboard 2021

La prestazione europea in termini di innovazione continua a crescere in tutta l'UE: in media, il punteggio dell'innovazione è cresciuto del 12,5% dal 2014. 

Si registra inoltre un costante processo di convergenza all'interno dell'UE, con i paesi con prestazioni più basse in crescita più rapida rispetto a quelli con prestazioni più elevate, colmando così il divario di innovazione tra di essi. 

Sulla base dei loro punteggi, l’Innovation Scoreboard suddivide i Paesi europei in quattro gruppi: i leader dell'innovazione, gli innovatori forti, gli innovatori moderati e gli innovatori emergenti. 

Innovation Scoreboard 2021 - grafica di: European Commission

La Svezia continua a essere in testa alla classifica dell'innovazione nell'UE, seguita da Finlandia, Danimarca e Belgio - tutti paesi con un punteggio molto superiore alla media UE. 

I leader dell'innovazione e gran parte degli innovatori forti si trovano nell'Europa settentrionale e occidentale, mentre la maggior parte degli innovatori moderati ed emergenti nell'Europa meridionale ed orientale. 

Il punteggio dell'UE in termini di innovazione è aumentato in media di 12,5 punti percentuali dal 2014. 

L’Italia è tra i Paesi in cui si è registrato il maggior incremento, insieme a Cipro, Estonia, Grecia e Lituania: in questi Paesi, infatti, il miglioramento è stato pari o superiore al 25% rispetto ai dati dello scorso anno.

Quattro Stati membri (Belgio, Croazia, Finlandia e Svezia) hanno registrato un miglioramento della prestazione compreso tra i 15 e i 25 punti percentuali.

Per otto Stati membri il punteggio ha guadagnato tra i 10 e i 15 punti percentuali: si tratta di Austria, Cechia, Germania, Lettonia, Malta, Paesi Bassi, Polonia e Spagna. I restanti 10 Stati membri hanno incrementato la loro prestazione di fino a dieci punti percentuali.

Il confronto internazionale

Nel panorama mondiale, l'UE supera concorrenti come la Cina, il Brasile, il Sudafrica, la Russia e l'India, mentre Corea del Sud, Canada, Australia, Stati Uniti e Giappone sono in vantaggio rispetto all'UE.  

Nel confronto tra la media dell'UE e una selezione di concorrenti globali, la Corea del Sud risulta il paese più innovativo, con un punteggio superiore del 36% al punteggio dell'UE nel 2014 e superiore del 21% nel 2021.  

Il quadro di valutazione dell'innovazione regionale 2021

Dal 2014 le prestazioni in termini di innovazione sono aumentate per 225 regioni su un totale di 240. Nel corso del tempo si è osservato un processo di convergenza nel punteggio delle regioni, con una riduzione del divario tra di esse. 

La regione più innovativa d'Europa è Stoccolma in Svezia, seguita da Etelä-Suomi in Finlandia e la regione dell'Alta Baviera in Germania. La regione danese di Hovedstaden è al quarto posto, mentre la svizzera Zurigo è al quinto. 

Quadro europeo di valutazione dell'innovazione 2021

Quadro regionale di valutazione dell'innovazione 2021

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.