Come migliorare la qualità dell’aria in Europa? Bruxelles a caccia di opinioni

 

Qualità dell'aria - Foto di Piotr Twardowski da PexelsSi apre una consultazione pubblica in vista della revisione delle norme europee sulla qualità dell'aria, un tassello chiave del Green Deal europeo. 

Cos'è Fit for 55, la strategia di crescita per adattare l’economia alle ambizioni climatiche UE

“C’è stato un netto aumento di prove che mostrano come l’inquinamento atmosferico influenzi diversi aspetti della salute”. Per questo motivo, l’Organizzazione mondiale della sanità ha fornito nuove raccomandazioni per rafforzare le disposizioni sul monitoraggio della qualità dell'aria.

“Il superamento dei nuovi livelli delle linee guida sulla qualità dell’aria è associato a rischi significativi per la salute. Allo stesso tempo, però, rispettarli potrebbe salvare milioni di vite”, avverte l’OMS.

In concreto, le linee guida dell’Organizzazione stabiliscono livelli di inquinamento significativamente inferiori a quelli attuali, in particolare per gli inquinanti atmosferici con il maggiore impatto sulla salute, come particolato (PM), ozono (O3), biossido di azoto (NO2), biossido di zolfo (SO2) e monossido di carbonio (CO2,5).

Come migliorare la qualità dell’aria in Europa? 

Ad appena un giorno dalla pubblicazione di tali raccomandazioni si è mossa la Commissione europea, lanciando una consultazione pubblica per capire come rendere più stringenti le norme attualmente in vigore in UE, rafforzare le disposizioni sul monitoraggio, la modellizzazione e i piani per aiutare le autorità locali a ottenere aria pulita. 

La revisione delle norme contribuirà a migliorare la qualità dell'aria e, come annunciato dal piano d'azione dell'UE "Towards Zero Pollution for Air, Water and Soil", mira a ridurre il numero di morti premature di almeno il 55%. 

“Abbiamo fissato l'ambizione a zero inquinamento per un ambiente non tossico e vogliamo che i cittadini dell'UE respirino aria pulita. Per arrivarci, dobbiamo affrontare specifici inquinanti preoccupanti e, come ci dicono le linee guida appena riviste dell'OMS, dobbiamo essere ancora più severi con quelli. Invito tutti a condividere le proprie opinioni su come possiamo migliorare il nostro quadro legislativo sulla qualità dell'aria per offrire un elevato livello di protezione della salute e dell'ambiente”, sottolinea il commissario per l'Ambiente, gli oceani e la pesca Virginijus Sinkevičius lanciando la consultazione pubblica. 

Tutti i cittadini e gli stakeholder sono invitati a esprimere le proprie opinioni. 

Le parti interessate rilevanti includono: Stati membri dell'UE, comprese le loro autorità competenti a tutti i livelli pertinenti (vale a dire livello nazionale, regionale e locale); paesi del SEE; organizzazioni internazionali (quali OMS, UNEP, UNECE, OCSE); società civile e organizzazioni non governative; il mondo accademico e gli istituti di ricerca che si occupano di salute, qualità dell'aria o inquinamento dell'aria; operatori sanitari e organizzazioni di pazienti; imprese e professionisti (in particolare PMI) che operano in settori chiave (ad esempio ambiente, trasporti, agricoltura, energia) nonché le rispettive associazioni di settore o organizzazioni di sostegno alle imprese.

La consultazione è aperta fino al 16 dicembre 2021.

Tutte le informazioni per partecipare alla consultazione pubblica

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.