Bruxelles prepara un piano per garantire la sicurezza alimentare in tempi di crisi

 

Farm to fork - Photo credit: Foto di Photo Mix da Pixabay Nell'ambito delle iniziative previste dalla strategia Farm to Fork, la Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica in vista del piano UE che dovrebbe assicurare l'approvvigionamento alimentare anche in situazioni di emergenza.

Cosa prevede la strategia Farm to Fork

La pandemia di Covid-19 in corso ha reso evidente la necessità di rendere più resiliente il sistema agroalimentare e fare in modo che possa continuare a funzionare anche in presenza di sconvolgimenti su larga scala. Nonostante l'approvvigionamento alimentare nell'UE non sia mai stato a rischio, durante la pandemia sono emersi problemi e minacce che potrebbero ostacolare il corretto funzionamento del sistema alimentare durante una crisi, come la chiusura delle frontiere all'interno del mercato unico, l'interruzione delle catene di approvvigionamento internazionali, le restrizioni alla circolazione dei lavoratori del sistema alimentare o cambiamenti improvvisi e su larga scala nella struttura della domanda dei consumatori.

Questi problemi sono stati risolti rapidamente, grazie a un rapido coordinamento da parte della Commissione e degli Stati membri, anche sulla base di regole ad hoc, che ha garantito il funzionamento del mercato unico e dei meccanismi di controllo della sicurezza alimentare, la continuità della cooperazione con i nostri partner commerciali e l'erogazione degli aiuti della Politica agricola comune e della Politica comune della pesca.

In questo modo l'UE ha potuto evitare che una crisi alimentare si sovrapponesse a quella sanitaria, ma la Commissione riconosce che probabilmente alcune cose si sarebbero potute fare meglio e che ci sono lezioni da imparare da questa esperienza per migliorare la preparazione e la capacità di risposta dell'UE alle crisi.

A cosa serve il Farm to Fork contingency plan

E' in questo contesto che, nell'ambito della strategia Farm to Fork e più in generale dell'European Green Deal, l'Esecutivo ha previsto di valutare la resilienza del sistema agroalimentare e lo sviluppo di un piano di emergenza per assicurare l'approvvigionamento e la sicurezza alimentare nell'UE in caso di crisi.

Il piano di emergenza (F2F contigency plan) dovrebbe includere una serie di procedure, orientamenti e raccomandazioni da seguire per qualsiasi tipo di crisi che potrebbe influire in modo significativo sulla sicurezza alimentare nell'UE e prevedere l'istituzione di un meccanismo di risposta alle crisi alimentari coordinato dalla Commissione con il coinvolgimento degli Stati membri e, eventualmente, di vari settori come agricoltura, pesca, trasporti e salute. Questo meccanismo dovrebbe assumere la forma di un forum permanente per coordinare le azioni, scambiare le migliori pratiche e valutare minacce e rischi, tutto coerentemente con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale del Green Deal.

Il primo passo è una consultazione pubblica aperta fino al 26 aprile 2021 e aperta a tutti i soggetti interessati - produttori, trasformatori, distributori, operatori di trasporto, consumatori, società civile e autorità nazionali - sullo scopo e i contenuti del contingency plan. Le esperienze, le intuizioni e le proposte degli stakeholder alla luce della pandemia, delle crisi precedenti e delle aspettative per il futuro contribuiranno alla stesura del piano da parte della Commissione UE.

Per approfondire: Bruxelles lancia il codice di condotta Farm to Fork per l'agroalimentare

Partecipa alla consultazione pubblica sul F2F contingency plan

Photo credit: Foto di Photo Mix da Pixabay 

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.