I chiarimenti dell'INPS sul premio alla nascita 2020

 

Premio alla natalità 2020: cos'è e a chi spetta il bonus mamma domaniL'INPS fornisce nuovi chiarimenti a proposito del premio alla nascita 2020, noto anche come bonus mamma domani: un'agevolazione per le donne in gravidanza e le neo mamme presente nella Legge di Bilancio 2020 e destinata ad essere assorbita dal nuovo assegno unico universale nella Manovra 2021.

> Assegno unico figli: a chi spettano gli aiuti in Manovra

Cos'è il premio alla nascita 2020?

Il premio alla nascita consiste in un aiuto economico, pari a 800 euro, che viene corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo.  

La prestazione, altrimenti detta bonus mamma domani, spetta alle donne in gravidanza o alle madri per uno dei seguenti eventi:

  • raggiungimento del settimo mese di gravidanza;
  • parto, anche nei casi in cui si verifichi prima dell’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione o affidamento preadottivo nazionale o internazionale del minore.

Il bonus viene conferito una sola volta in un'unica soluzione, direttamente dall'INPS a prescindere da qualsiasi requisito reddituale o ISEE.

La domanda deve essere presentata - tramite servizi telematici, Contact Center o enti di patronato - dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque entro un anno dal verificarsi dell’evento (nascita, adozione o affidamento). 

I chiarimenti dell'INPS sul premio alla nascita 2020 

Con il messaggio n. 4252 del 13 novembre 2020, l’INPS fornisce chiarimenti in ordine alla presentazione della domanda per l’erogazione del premio nascita in caso di gravidanze plurime e di affidamento o adozioni plurimi

Come funziona il premio nascita 2020 per parti plurimi

Nel caso di gravidanza gemellare, per ottenere la liquidazione del premio per ciascun figlio, la richiedente può presentare domanda:

  • al compimento del settimo mese, selezionando l’evento: "Compimento del 7° mese di gravidanza (ovvero dall’inizio dell’8° mese di gravidanza)". In questo caso può essere liquidata una sola quota e la richiedente dovrà poi presentare un’altra domanda con le informazioni relative a tutti i gemelli per ottenere il pagamento del resto delle quote;
  • a parto avvenuto, selezionando l’evento: "Nascita avvenuta (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza)" e indicando direttamente il codice fiscale di tutti i gemelli. In questo caso, se la domanda volta a richiedere il premio per la nascita viene accolta, possono essere corrisposte tante quote da 800 euro quanti sono i gemelli i cui codici fiscali sono indicati nella domanda.

Il premio nascita 2020 in caso di affidamenti o adozioni plurimi

In caso di affidamento o adozione plurimi, anche gemellari, spettano, in presenza dei requisiti, tante quote da 800 euro quanti sono i minorenni adottati o affidati.

In questo caso, in base alla situazione che ricorre, è possibile selezionare l’evento "Adozione nazionale", "Adozione internazionale", "Affidamento preadottivo nazionale" o "Affidamento preadottivo internazionale", inserendo in un’unica domanda le informazioni di tutti i minorenni adottati o affidati oppure, a scelta della richiedente, presentando una domanda per ogni minorenne adottato o affidato.

Pacchetto famiglia: INPS, nuovi chiarimenti sul bonus bebe' 2020

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.