Operativo il Fondo Cresci al Sud. Al via gli investimenti di Invitalia

 

Cresci al Sud - Photo credit: Foto di Lukas da PexelsCon l'acquisizione del 35% del capitale di Frigomeccanica, il Fondo Cresci al Sud, gestito da Invitalia e dedicato alle PMI delle otto regioni del Mezzogiorno ad alto poteziale, realizza la sua prima operazione.

Manovra: Mezzogiorno, dal bonus investimenti al fondo Cresci al Sud

Il Fondo, istituito dalla legge di Bilancio 2020 con una dotazione di 250 milioni di euro, ha l'obiettivo di effettuare investimenti nel capitale delle piccole e medie imprese del Sud, così da agevolarne la crescita dimensionale e di conseguenza migliorarne la competitività.

Come funziona il Fondo Cresci al Sud

Se con la misura Resto al Sud si punta a sostenere l'avvio di nuove attività imprenditoriali nel Mezzogiorno da parte di imprenditori under 46 e tramite il Fondo Nazionale Innovazione sono stati avviati i primi investimenti in startup meridionali, il Fondo Cresci al Sud mira a favorire la crescita dimensionale e la competitività delle piccole e medie imprese operative nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Quattro le linee di intervento:

  • investimenti nel capitale delle piccole e medie imprese;
  • sostegno alle PMI meridionali ad alto potenziale;
  • incremento per l’aiuto della crescita economica per le imprese del Sud;
  • incentivi di filiera per l’aggregazione dei fornitori delle grandi imprese.

In pratica il Fondo, gestito da Invitalia, anche avvalendosi della Banca del Mezzogiorno e di altre società interamente partecipate, investe nel capitale delle imprese, insieme ad investitori privati indipendenti, individuati attraverso una procedura aperta e trasparente, e ad investitori pubblici, come Cassa depositi e prestiti (CDP), la Banca europea per gli investimenti (BEI) e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI).

La dotazione iniziale di Cresci al Sud ammonta a 250 milioni di euro, di cui 150 milioni per il 2020 e 100 milioni per il 2021, a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione.

Cresci al Sud e Fondo Agroalimentare Italiano entrano nel capitale di Frigomeccanica

La prima operazione del Fondo Cresci al Sud consiste nell'acquisizione del 35% del capitale di Frigomeccanica, società di Mosciano Sant’Angelo, in provincia di Teramo, leader nel comparto delle attrezzature frigorifere, nei mobili e nei componenti tecnologici per gelaterie, caffè, pasticcerie, negozi al dettaglio e aree food court. A questo investimento si aggiunge un altro 35% acquisito da Fondo Agroalimentare Italiano, specialista del settore agroalimentare ed agro-industriale.

L'investimento dei due Fondi in Frigomeccanica, che fin dal 1973 ha mantenuto un costante focus sulla ricerca tecnologica e sull'innovazione stilistica per rivolgersi al mercato della refrigerazione commerciale, sosterrà lo sviluppo della società lungo tre assi principali: la crescita organica con l'ampliamento della rete di vendita nel Nord Italia, l'internazionalizzazione in paesi specifici con importante cultura gelatiera e la crescita esterna per ampliare la gamma di prodotti.

Photo credit: Foto di Lukas da Pexels

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.